Configurazione di un progetto Sage X3 in Eclipse

Dalla versione 7 Sage X3 ha messo a disposizione un plugin per poter sviluppare tramite Eclipse.

Tra i vantaggi troviamo sicuramente la possibilità di navigare tra le varie funzioni o etichette.

“Lo svantaggio” per antonomasia è che fare debug con questo nuovo sistema può diventare un incubo.
Si spera che il problema venga sistemato con le prossime versioni.

Configurare un progetto Sage X3

Dopo aver installato il plugin di Sage X3 per Eclipse (sito ufficiale qui),
si deve configurare un progetto per ogni dossier che si vuole gestire.

Vediamo passo passo come fare: dal menù file selezionare “Nuovo progetto Sage X3”.
Nella finestra di dialogo che si presenta indichiamo il nome del progetto,
in genere si mette il nome del dossier che si intende configurare.
Lasciando le impostazioni di default verrà creata all’interno del workspace
(che non è altro che una cartella contenente dei progetti di Eclipse) una nuova cartella con lo stesso nome del progetto.

 

 

Cliccare su Next. Compare la seguente schermata, dove non facciamo nulla:

 

 

Clicchiamo su Next. A questo punto dobbiamo inserire nel campo Host il link del server Web di Sage X3,
quello con cui ci si collega via browser, per capirci.
In alcuni casi potrebbe essere necessario specificare anche la porta.

Appena ci si sposta dal campo Host, se tutto è corretto,
dovrebbe comparire una richiesta di autenticazione.

 

 

Inseriamo quindi le credenziali di un utente con diritti sufficienti per fare il debug;
per toglierci da ogni impiccio per adesso utilizziamo admin.
Lasciamo il campo Mode con il valore “Basic”.

 

Clicchiamo su OK.
Se tutto fila liscio alla voce Dataset ora è possibile selezionare uno dei dossier disponibili e la lingua di connessione:

 

 

A questo punto abbiamo configurato il nostro progetto Sage X3 in Eclipse!

Per modificare i parametri appena inseriti bisogna andare sulle proprietà del progetto,
raggiungibili dal menù contestuale che esce cliccando sul progetto con il tasto destro del mouse.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *